Eremo di San Leonardo sui Monti Sibillini

L’Eremo di San Leonardo sorge sui resti di quello che era un antico monastero fondato nel 1066 dai monaci benedettini e fu, per secoli, un centro di fede ed un “faro di luce” che illuminò il cammino di quei popoli che nel Medioevo si vedevano costretti ad attraversare questi impervi luoghi per passare dall’altre parte dell’Appennino.

Nel 1965, Padre Pietro Lavini, si spinse fin quassù dove era possibile scorgere solo pochi ruderi dell’antico insediamento ma una “voce interiore” lo convinse che la sua missione di vita era quella di ricostruire quell’antico eremo.

Dal 1971, con un semplice saio, simbolo della povertà, ed una croce, simbolo della fede, questo umile frate cappuccino, chiamato anche “Muratore di Dio” ha cominciato la sua opera di restauro ed edificazione che ancora oggi, dopo oltre 40 anni, continua con incessante passione e sacrificio, restituendo ai Monti Sibillini il più antico insediamento spirituale delle Marche.

Be Sociable, Share!